Articoli :: Documento del Collegio dei Docenti rivolto a Studenti e Genitori dell'IIS "Tito Sarrocchi"

claudio_vagnoli -- 15 Nov 2010

CircolariAgli Studenti e ai Genitori dell'IIS 'T. Sarrocchi'

            Nell'anno scolastico che è da poco cominciato la scuola italiana è stata oggetto di una serie di provvedimenti che, nel breve e nel lungo periodo, sono destinati a mutarne profondamente la struttura e ad influire pesantemente sull'offerta formativa della scuola media superiore.



In conseguenza dei pesanti tagli finanziari ai quali tutta la Scuola pubblica è attualmente sottoposta, il Collegio dei Docenti del 'Sarrocchi' ritiene doveroso informare Studenti e Genitori, su cui ricadranno le conseguenze di queste scelte, delle novità che sono già in atto e di quelle che coinvolgeranno, a breve tempo, le famiglie e, nello stesso tempo, intende manifestare le proprie preoccupazioni per un intervento sulla scuola che, accanto a pochi elementi positivi, presenta aspetti decisamente discutibili.

            Le decisioni del Governo hanno riguardato tre piani:

La riforma dell'istruzione superiore.

Il taglio delle ore nelle classi 2°, 3° e 4° dell'ITI.

Le nuove disposizioni sul problema dei precari.

La riforma.

            La riforma dell'istruzione superiore presenta alcuni lati positivi  ma anche molti aspetti e contenuti che ci lasciano francamente perplessi.

            La razionalizzazione degli indirizzi (8 Licei e 11 Istituti Tecnici) pone fine ad un eccesso di sperimentazioni che producevano un frazionamento dell'offerta formativa, destinato spesso a creare confusione nell'utenza e a fornire diplomi poco spendibili sia in campo accademico (università) che professionale.

            La possibilità, per la nostra Scuola, di mantenere gli attuali indirizzi nell'istituto tecnico e, eventualmente, aprirne di nuovi, nella tradizione di innovazione che la caratterizza, ci dà l'opportunità di mantenere alto il livello della nostra offerta formativa e di ampliarla.

            Ma accanto a questi aspetti positivi, ce ne sono altri che destano perplessità consistenti. Per quanto riguarda noi del 'Sarrocchi', ad esempio, la creazione del Liceo Scientifico delle Scienze Applicate, erede del Liceo Scientifico Tecnologico, ha rappresentato il coronamento di una 'battaglia' culturale che ha visto la nostra dirigente e il corpo docente in prima fila e dunque rappresenta motivo di legittima soddisfazione. E tuttavia  l'eliminazione dal piano di studi delle attività di Laboratorio, rischia di impoverire l'offerta formativa e di privare la nostra scuola di uno degli elementi cardine della nostra proposta didattica: la continua interazione fra teoria e pratica, fondamento di ogni scuola che voglia definirsi 'scientifica'.

            Inoltre la drastica riduzione delle ore di insegnamento in alcune discipline (Materie letterarie, Disegno e tecnologia ..), l'eliminazione del Diritto e della Geografia nel primo biennio, rispetto al Liceo tecnologico,  mettono a rischio la nostra identità, omologandoci ad altre realtà scolastiche, e, di fatto, limitano la scelta delle famiglie.

I tagli.

            Se questo progetto di riforma può essere letto in chiaroscuro e, comunque, per una valutazione più obiettiva, sarà necessario aspettare che vada a regime, i tagli che ci sono stati imposti e che si aggiungono all'aumento del numero degli Studenti per classe, non possono che essere visti come un grave attacco alla qualità della Scuola pubblica.

            Di fatto, nelle classi Seconde, Terze e Quarte dell'Istituto Tecnico sono state eliminate 4 ore dall'orario scolastico settimanale, più altre che prevedevano la compresenza fra insegnante di teoria e insegnante tecnico pratico, per cui il taglio reale è ancora più pesante.

            Questa scelta, motivata da pure esigenze di risparmio, non presenta alcun lato positivo e potrebbe avere pesanti ricadute sulla qualità del servizio che viene offerto agli Studenti. L'aver mantenuto più o meno inalterato il tempo scuola (32 ore di 60 minuti equivalgono a 36 di 50) è un mero espediente che cerca di nascondere il problema, come se l'efficacia di un progetto educativo si potesse calcolare in minuti e non nella varietà e nella qualità degli insegnamenti.

L'aspetto sindacale.

            Queste decisioni, oltre ad avere conseguenze pesanti sulla didattica e sulla qualità del servizio, hanno avuto e avranno conseguenze molto significative sui livelli occupazionali nella scuola.

            Moltissimi Docenti di ruolo, per effetto dei tagli e dell'aumento del numero degli Studenti per classe, hanno perso la cattedra e sono stati costretti a trasferirsi altrove, ma ancora più grave è la situazione di migliaia Docenti precari che, non dimentichiamolo, hanno sulle spalle molti anni di insegnamento e che si trovano ad essere del tutto disoccupati.

            Tutto ciò non può non provocare preoccupazione e disagio nella categoria e un senso di forte delusione nei confronti di chi, a parole, definisce centrale e strategico il ruolo della scuola e , nei fatti, ne mortifica la funzione,  l'efficacia e la valenza pedagogica nella società italiana,

Cosa facciamo al 'Sarrocchi'?

            I Docenti del 'Sarrocchi', fermo restando quanto abbiamo detto finora, sono consapevoli che la controparte è rappresentata dal Ministero e dal Governo e non dagli Studenti e dalle Famiglie. Per questo abbiamo deciso, nei limiti del possibile, di attenuare le conseguenze negative dei tagli.

            Sfruttando la possibilità di modificare l'orario per motivi di flessibilità didattica, abbiamo adottato la frazione oraria di 54 minuti, che ha dato origine ad un orario che può sembrare cervellotico ma che, di fatto, ci ha consentito di reintrodurre discipline che erano state cancellate o a cui erano state sottratte ore.

            Nel dettaglio:

            Nelle Prime del LSSA abbiamo aggiunto 1 ora di Fisica, 1 ora di Chimica, 1 ora di Diritto più due ore di Laboratorio di Fisica\Chimica da svolgere in compresenza. Inoltre, dal momento che le classi escono alle 12.40, quando se ne ravviserà l'esigenza, i Docenti possono utilizzare l'ultima ora per attività di recupero o approfondimento.

            Nelle Prime dell'ITT abbiamo aggiunto  1 ora di matematica e 1 ora di Italiano, più 1 ora di orientamento e 1 ora di approfondimento\recupero da programmare nel corso dell'anno.

            Nelle Seconde dell'ITI abbiamo aggiunto 1 ora di Tecnologia e Disegno e 1 ora di Chimica o  Fisica, più 1 ora di orientamento e 1 ora di approfondimento\recupero da programmare nel corso dell'anno.

            Nelle Specializzazioni abbiamo aggiunto 3 ore di materie curriculari, nel rispetto della specificità di ogni indirizzo, più 1 ora di approfondimento\recupero da programmare nel corso dell'anno.

            Questa scelta ha comportato un notevole appesantimento del lavoro dei Docenti, ma è stata presa perché, prima di ogni altra considerazione, vogliamo mantenere il nostro insegnamento ai livelli alti a cui siamo abituati, non scaricare su Studenti e famiglie il peso di decisioni ministeriali che peggiorano l'offerta formativa, mantenere vivo l'orgoglio di essere insegnanti e insegnanti del 'Sarrocchi'.

Che fare?

            Queste nostre decisioni non devono essere lette come una passiva accettazione del fatto compiuto; nessuno deve scambiare il nostro senso di responsabilità per rassegnazione.

            Noi riteniamo, infatti, che non vadano intraprese forme di lotta che contrappongano i Docenti agli Studenti ed alle Famiglie, perché tutti coloro che vivono la realtà della Scuola sono colpiti da decisioni che passano sopra la loro testa.

            Per questo pensiamo che sia necessario che Docenti, Studenti e Famiglie, che 'sono' la vera parte attiva della Scuola, mantengano alta l'attenzione ai problemi della scuola ed a quelli legati alla riforma in particolare e facciano sentire a tutti i livelli e nelle forme che riterranno opportune la loro voce a difesa della scuola pubblica e del futuro dei nostri ragazzi.

I Docenti dell'IIS 'T. Sarrocchi'

0 <? echo _COMMENTS; ?> <? echo _SEARCH; ?> <? echo _PRINT; ?> <? echo _SEND; ?>



Amministrazione Trasparente
Un altro progetto MAX s.o.s.
Crediti Powered by MDPro